IL NOSTRO NETWORK

wec

World Energy Council

Il WEC Italia è il Comitato Nazionale Italiano del World Energy Council, il più importante network internazionale dell’Energia, che dal 1923 opera per promuovere sistemi energetici sicuri, competitivi e sostenibili a servizio di tutti. Il WEC segue l'evoluzione delle strategie energetiche globali, regionali e nazionali, ospita eventi di alto livello come il World Energy Congress e la World Energy Week, pubblica studi autorevoli sulle tematiche di maggiore attualità per facilitare il dialogo tra i diversi attori del settore energetico.

Fanno parte del WEC Italia le principali aziende energetiche italiane, istituzioni, università, centri di ricerca e professionisti del settore energetico: un network composito e di altissimo profilo che segue un approccio multi-stakeholder e multi-energy proprio del WEC e garantisce un punto di osservazione privilegiato sulle traiettorie di sviluppo dell’agenda energetica nazionale ed internazionale. Insieme al proprio network associativo e in linea con la sua mission, il WEC Italia organizza eventi nazionali e internazionali, workshop e attività di formazione, partecipa a studi, analisi e ricerche in ambito energetico e ne diffonde le risultanze allo scopo di facilitare i processi decisionali e fornire agli energy leaders gli strumenti necessari per rispondere alle sfide poste dalla transizione energetica in atto.

fondazione per lo sviluppo sostenibile

FONDAZIONE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

NextChem è uno dei membri fondatori della Fondazione per lo sviluppo sostenibile, un autorevole centro di ricerca per i settori e gli attori della green economy. La Fondazione è fortemente impegnata nel costante aggiornamento, nella diffusione di pubblicazioni, studi e ricerche, in eventi di informazione e discussione, nel coinvolgimento di istituzioni e stakeholder, nonché nella creazione di reti per promuovere i temi strategici della green economy: economia circolare, clima ed energia, città green, mobilità sostenibile, capitale naturale e infrastrutture verdi.

NextChem è anche tra le prime 100 aziende che sostengono il Manifesto “Ricostruire nel post pandemia con un New Green Deal”, lanciato dalla Fondazione.

openitaly elis

OPEN ITALY

NextChem, è partner per il 2020 di OPEN ITALY, il Programma di Innovazione del Consorzio ELIS, fondato nel 1965 come ente di formazione senza scopo di lucro. La missione di OPEN ITALY è quella di promuovere il dialogo e la collaborazione tra imprese, startup e PMI italiane, centri di ricerca, Venture Capitalist e giovani talenti attraverso progetti di innovazione concreti. OPEN ITALY dà spazio a diversi stakeholder per lavorare insieme, puntando all'introduzione di soluzioni innovative nell'economia italiana e promuovendo nel Paese la cultura dell'open innovation.

aidic

Associazione Italiana Di Ingegneria Chimica (AIDIC)

NextChem è socio sostenitore di AIDIC, l'Associazione Italiana di Ingegneria Chimica. AIDIC è un'associazione apolitica no-profit di orientamento tecnico-scientifico, fondata a Milano nel 1958, che comprende e collega professionisti dell'industria e del mondo accademico, nonché studenti e ricercatori del mondo dell'ingegneria chimica. Fornisce quindi un'importante opportunità di networking tra i soci AIDIC singoli e aziendali, e opera attraverso 5 Sezioni Regionali e 13 Gruppi di Lavoro , focalizzati su specifici temi di interesse, come Transizione Energetica, Digitalizzazione, Biotecnologie, Alimentare, Microalghe, Nanotecnologie, ecc. AIDIC è membro fondatore della Federazione Europea Ingegneri Chimici (EFCE), che comprende 36 società membri provenienti da 28 Paesi europei, e membri istituzionali provenienti da Nord e Sud America, Africa e Asia. I rappresentanti di AIDIC siedono nel Comitato Esecutivo e nel Consiglio di Amministrazione dell'EFCE. AIDIC è membro o partner di diverse associazioni e organizzazioni internazionali e italiane, come la Federazione europea di biotecnologia (EFB), la European Society of Biochemical Engineering Sciences (ESBES), il World Energy Council (WEC) Italia, la Società Chimica Italiana (SCI) e molte altre.

white

Osservatorio per l'Economia Circolare e la Transizione Energetica - Regione Lombardia

NextChem ha aderito al tavolo di lavoro dell'Osservatorio per l'Economia Circolare e la Transizione Energetica della Regione Lombardia, insieme ad associazioni economiche, sindacati, università, enti regionali e associazioni ambientaliste. Nell'ambito della Piattaforma Regionale Open Innovation, il tavolo ha favorito il dialogo e lo scambio di opinioni in relazione alla transizione energetica, ai rifiuti, alle risorse rinnovabili, al cambiamento climatico e all'efficienza energetica. Nextchem fa anche parte del gruppo di stakeholder del progetto Plasteco.

alleanza

Alleanza per l’Economia Circolare

NextChem è partner dell'Alleanza per l'Economia Circolare insieme ad altre 20 aziende italiane, con l'obiettivo di favorire il cambiamento verso l’economia circolare coordinando gli sforzi e l'impegno.

L'Alleanza e i suoi partner mirano ad raggiungere una vera circolarità, che riduca al minimo il consumo di materiali.

L'economia circolare rappresenta l’eccellenza ed è un obiettivo da raggiungere, rispettando l'ambiente e rendendo l'economia più efficiente e competitiva.

Scarica qui il position paper, l’abstract e il volantino

Campus Bio-Medico University di Roma

Università Campus Bio-Medico di Roma

Dal 2011 il Gruppo Maire Tecnimont collabora con l’Università Campus Bio-Medico e, attraverso NextChem, partecipa a progetti di Ricerca e sviluppo finanziati dall'Unione Europea, insieme a università e istituti di ricerca italiani e internazionali.

Gli ingegneri di NextChem forniscono anche un supporto concreto al Master in Ingegneria Chimica per lo Sviluppo Sostenibile, attraverso il corso di "Analisi e Simulazione di Processi Chimici Industriali". L'obiettivo è quello di promuovere la cultura aziendale attraverso seminari specifici tenuti da manager e professionisti del Gruppo Maire Tecnimont, di sostenere l'alternanza tra lezioni in aula e formazione aziendale e di offrire agli studenti stage curricolari, creando un proficuo scambio tra il mondo accademico e quello industriale.

Il Gruppo Maire Tecnimont è anche partner di “CIRCULAR 4 RECOVERY”, la nuova Call for Projects sull’Economia Circolare promossa dal Campus Bio-Medico e Marzotto Venture Accelerator, con il supporto di Enel. Il Gruppo Maire Tecnimont e altri partner aziendali (ACEA, Bonifiche Ferraresi, Cisco, Ferrovie dello Stato Italiane e IBM) valuteranno e supporteranno i migliori progetti di sviluppo tecnologico e imprenditoriale. CIRCULAR 4 RECOVERY chiama gli innovatori a presentare idee e progetti per lo sviluppo di tecnologie, soluzioni digitali e servizi innovativi per l’Economia Circolare per supportare la transizione circolare delle aziende verso un’economia più sostenibile.

white

AISAM

NextChem aderisce all'associazione AISAM (Associazione Italiana per lo Studio e le Applicazioni delle Microalghe) che ha lo scopo di promuovere la ricerca sulle microalghe e i cianobatteri, sostenendo la produzione, la conversione e l'applicazione nell’industria di biomasse microalgale.  Ogni anno l'associazione organizza un convegno con l'obiettivo di creare collegamenti tra ricerca e industria, favorendo lo sviluppo di attività commerciali basate sulla produzione di microalghe.

Università di Messina

Università di Messina

Da quasi due decenni prosegue una stretta collaborazione con l’Università di Messina. Tale collaborazione è partita dalla partecipazione congiunta ad un progetto FISR (nel 2002), che aveva come obiettivo lo sviluppo di un prototipo di unità pilota per la produzione di H2 con processo a membrana, ed è stata portata avanti tramite vari progetti europei come NEXT-GTL (per lo sviluppo di nuovi impieghi del metano; progetto coordinato dall'Università di Messina, Unità di Ricerca dell'INSTM, Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali) e tramite altre collaborazioni internazionali, come ad esempio un progetto congiunto Italia-Israele.

La collaborazione è ancora in corso, con un nuovo progetto europeo appena avviato (maggio 2020; il progetto DECADE sullo sviluppo di approcci fotoelettrocatalitici innovativi per l’ottenimento di prodotti chimici e combustibili green).

Inoltre, la collaborazione ha portato a diverse pubblicazioni comuni (sui temi del waste-to-chemical, dell'utilizzo della CO2, dell’assessment dei processi green), alla pubblicazione di tre libri e alla realizzazione di attività congiunte come le Summer School; la cooperazione si sta espandendo inoltre verso nuovi aspetti, come il Life Cycle Assessment e lo sviluppo di tecnologie innovative per la transizione energetica, e verso attività didattiche, come la partecipazione a un dottorato internazionale sulla transizione energetica guidato dall'Università di Messina.

European Clean Hydrogen Alliance

European Clean Hydrogen Alliance

La European Clean Hydrogen Alliance è stata istituita dalla Commissione Europea per sostenere lo sviluppo in Europa di un'industria dell'idrogeno pulita e competitiva a livello globale.

Le tecnologie relative all'idrogeno pulito hanno il potenziale per raggiungere una radicale decarbonizzazione di alcuni dei settori europei a più elevate emissioni, e svolgono un ruolo chiave nel sostenere il continente durante il passaggio a un'economia carbon neutral entro il 2050, in linea con l'European Green Deal.

L'Alliance riunisce industria, autorità pubbliche nazionali e locali, società civile e altri stakeholder, ed è fortemente ancorata alla catena del valore dell'idrogeno, con un focus sull’ idrogeno verde e low carbon dalla produzione alla mobilità, all'industria, all'energia e alle applicazioni per il riscaldamento.

UNEM

UNEM

NextChem ha aderito a Unione Energie per la Mobilità – unem. Unem nasce dall’esigenza di rappresentare al meglio il progressivo mutamento della nostra realtà industriale e distributiva avviato da tempo per garantire il processo di decarbonizzazione. unem riunisce le principali imprese che operano nei settori della raffinazione, dello stoccaggio e della distribuzione di prodotti petroliferi e di prodotti energetici low carbon e nella ricerca e sviluppo.

L’obiettivo di unem è continuare a garantire l’integrità complessiva di una filiera industriale strategica, presidio per la sicurezza energetica del Paese. L’ambizione di unem è accompagnare l’evoluzione del comparto in linea con gli obiettivi europei, contribuire alla trasformazione della leadership europea nelle politiche climatiche in opportunità di sviluppo, soprattutto negli ambiti industriali in cui è all’avanguardia, e promuovere un approccio inclusivo basato sulla neutralità tecnologica per la ricerca e lo sviluppo di tutte le opzioni attualmente in campo.